In alta Valle l’Anas sta correndo ai ripari per rimediare ai danni che hanno provocato gelo e sale durante la stagione fredda.

Così, tra Monno e Sonico, lungo la Statale 42,  molte buche e profonde crepe sono sparite grazie al piano straordinario degli asfalti.

I punti più pericolosi evidenziati qualche tempo fa da un vertice tra Anas e amministratori erano stati, oltre che la superstrada tra Esine e Darfo, la zona di Malonno, il tratto tra Edolo e Sonico e in territorio di Monno.

In particolare a Iscla di Monno gli addetti hanno scarificato prima il vecchio manto d’asfalto per poi posarne uno nuovo per un tratto di circa 400 metri.

Asfalto nuovo anche in centro a Edolo, a partire dalla vecchia galleria fino alle spalle del municipio.

Infine è stato sistemato il tratto lungo oltre un chilometro che va da poco oltre la rotonda Enel fino alla località Crist di Sonico. Questo spezzone comprende l’area dei centri commerciali, dove è prevista la realizzazione di una rotatoria e di nuovi punti vendita.

Share This