E’ stata presentata martedì la settima edizione del Festival ‘I volti del Romanino. Tra rabbia e fede’, organizzato dal Comune di Pisogne in collaborazione con l’associazione Cieli Vibranti.

 

Alla manifestazione, che punta come sempre a valorizzare l’opera del Romanino presente nel Comune, da quattro anni viene affiancato il Premio Romanino, già assegnato in passato a Massimo Minini, Christo e Vittorio Sgarbi. Quest’anno il premio andrà a Giordano Bruno Guerri, presidente della Fondazione Vittoriale degli italiani.

La consegna avverrà sabato prossimo, alle ore 20:45, nella chiesa di Santa Maria della Neve. Il Festival, poi, proporrà altri due appuntamenti, sempre all’interno della chiesa e sempre alle 20:45: il 28 luglio si terrà unj concerto del coro ‘Erica’ di Paitone, mentre il 15 settembre andrà in scena ‘Romanino pizzicato’, con l’orchestra di mandolini e chitarre ‘Il Plettro’ di Gardone Val Trompia.

Share This