Dal primo gennaio il Comune di Pisogne deve fare a meno di uno dei suoi negozi storici. Antonietta Baglio ha infatti deciso di chiudere definitivamente le serrande della sua merceria in via Torrazzo, attività che rilevò quasi per caso nel 1994 quando entrò all’interno del negozio per degli acquisti e scoprì che l’allora titolare voleva vendere.

La signora Baglio coronò così il suo sogno di avere un negozio in cui poter vendere calze, t-shirt, pigiami e prodotti di merceria. La decisione di chiudere è dovuta semplicemente alla sua volontà di dedicarsi di più alla sua famiglia ed alla sua casa. Certamente, la pandemia e la vicinanza dei centri commerciali ha reso più difficile il lavoro, per il suo negozio e per tutti quelli che si trovavano in via Torrazzo e che, prima di lei, hanno deciso di lasciare.

Dalla macelleria, al mobilificio, passando per la stireria ed un negozio di abbigliamento, le attività della zona nel corso degli anni hanno chiuso, trasformando il volto della via –celebre in passato per lo shopping dei pisognesi- e rendendolo più desolato.

L’Amministrazione Comunale, consapevole di dover rivitalizzare il centro storico di Pisogne, sta pensando ad alcuni interventi, come la riqualificazione della via centrale, l’ampliamento dell’illuminazione pubblica e la sistemazione delle vie, per renderle più attraenti agli occhi dei turisti che passano per il paese lacustre.

[Foto da Bresciaoggi]

Share This