Polemiche a Gratacasolo, dove gli abitanti lamentano l’abbandono e degrado del cimitero monumentale della frazione di Pisogne.

Dopo l’apertura del nuovo cimitero in via Kennedy, quello storico è andato incontro ad esumazioni, estumulazioni ed una serie di opere di smantellamento che starebbero creando una situazione di disagio.

Una situazione di cui si è parlato anche in Consiglio comunale, con un’interpellanza delle minoranze, che hanno denunciato anche l’abbandono dei resti dei defunti in una fossa comune, con rischi per l’igiene pubblica.

Diego Invernici, sindaco di Pisogne, ha replicato sostenendo che la situazione risale al 2010, quando in carica c’era un’altra amministrazione, ma si è detto pronto a verificare le condizioni del cimitero ed a porvi rimedio.

Nonostante questo, però, ha ammesso che il cimitero monumentale non potrà essere toccato per almeno altri trent’anni, e che sarà smantellato nel corso degli anni.

Gratacasolo, di fatto, ha due cimiteri. Il Comune si è detto pronto a intervenire per garantire a quello storico il giusto decoro.

Share This