Tra i vari settori a cui si rivolge il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza non ci sono solo quelli relativi alle opere pubbliche, alla viabilità ed alle scuole, ma anche quello legato al welfare ed al sociale. Il che, vale a dire, sostegno alle persone e famiglie in difficoltà con misure ad hoc, ma anche agli anziani con progetti specifici ed ai disabili con interventi di inclusione sociale.

Tutte iniziative che, grazie appunto al Pnrr, vedranno arrivare in Provincia di Brescia 28 milioni e 320mila euro, che saranno divisi per genere di intervento e per destinatari. In Vallecamonica tutto ciò si traduce in fondi a favore dell’Azienda Territoriale per i Servizi alla Persona, che guidata da Ilario Sabbadini si occupa delle politiche sociali per tutti e 41 i Comuni del territorio.

Nella ripartizione dei fondi del Pnrr dedicati al welfare per la Provincia di Brescia, l’Azienda riceverà 4.096.500 euro, da utilizzare in determinati ambiti, già definiti. L’importo più grosso, 2.460.000 euro, andrà per l’erogazione di servizi a favore dell’autonomia degli anziani non autosufficienti; 715.000 euro, invece, serviranno per creare o rafforzare percorsi di autonomia per persone con disabilità, mentre altri 710.000 saranno impiegati per contrastare la povertà estrema con sostegno per le spese legate ad affitto ed utenze.

Infine, 211.500 euro saranno destinati a progetti di sostegno per genitori e di prevenzione della vulnerabilità delle famiglie e dei bambini. Fondi che saranno spesi in progetti ed iniziative concrete, con lo scopo di offrire sostegno alle fasce sociali più bisognose: anziani soli, bambini, disabili e famiglie con reddito basso.

Share This