Sono dodici i parlamentari bresciani eletti, 9 alla Camera e tre al Senato.

Alla Camera andranno cinque esponenti della Lega nord. Si tratta dell’assessore regionale uscente Simona Bordonali, del parlamentare uscente e Raffaele Volpi, del segretario provinciale di Brescia Paolo Formentini, il segretario provinciale della Vallecamonica Beppe Donina e di Eva Lorenzoni, già membro del direttivo provinciale leghista.

Tre gli altri parlamentari del centrodestra a Roma: si tratta di una riconferma per Mariastella Gelmini alla Camera (dove nella scorsa legislatura è stata vicecapogruppo vicario di Forza Italia), e per il neosenatore forzista Adriano Paroli. Stefano Borghesi, deputato uscente della Lega, eletto al Senato.

Il flop nazionale del Partito democratico si riflette anche sul voto bresciano: solo due i parlamentari bresciani a Montecitorio: Alfredo Bazoli che era capolista nel listino per la Camera dei Deputati, e Marina Berlinghieri, che era in seconda posizione.

Nonostante la vittoria a livello nazionale invece i pentastellati bresciani passano da 5 a 2, per effetto anche della nuova legge elettorale. Si tratta per altro di due riconferme: Claudio Cominardi, capolista nel listino plurinominale perla Camera, torna a Montecitorio; mentre Vito Crimi, capolista per il Senato, è stato confermato a Palazzo Madama.

Share This