La Polizia Provinciale opera, ovviamente, su tutto il territorio bresciano, ma ha un legame particolare con la Vallecamonica. Non a caso il bilancio delle attività intraprese nel corso dell’anno appena trascorso è stato fatto a Temù, in occasione dell’inaugurazione della nuova motoslitta in dotazione agli agenti al lavoro per il soccorso sulle piste del comprensorio Pontedilegno-Tonale.

Alla presenza di Samuele Alghisi, presidente uscente della Provincia, sono state ricordate tutte le azioni per cui vengono chiamati i 75 agenti al lavoro nel Bresciano, di cui venticinque solo in Vallecamonica e nove sul lago d’Iseo.

Proprio coloro che sono al servizio sul territorio camuno si sono resi protagonisti, nel corso del 2022, del recupero di 45 ungulati e di 164 interventi su altra fauna, oltre alle operazioni necessarie a quantificare i danni causati dagli attacchi di orsi e lupi. Tra gli interventi, anche quelli di abbattimento del cinghiale, con 72 esemplati abbattuti, mentre sono stati 170 i verbali comminati in Vallecamonica per quanto riguarda la caccia e la pesca.

Sul Sebino, invece, i nove agenti al lavoro hanno effettuato diciannove servizi per 27 controlli su natanti, otto interventi di assistenza ad imbarcazioni in difficoltà e comminato quattro sanzioni. Immancabili, poi, le multe elevate tramite gli autovelox: oltre 1.200 al giorno su tutta la Provincia, per un totale di 450mila sanzioni in un anno, i cui verbali sono validati nell’ufficio controllo Multanova di Berzo Demo.

Share This