Con i Bike Days del fine settimana scorso, il comprensorio Pontedilegno-Tonale ha dato il via alla stagione dedicata alle due ruote sulle proprie montagne.

 

Una tre giorni che ha visto numerosi appassionati di bici di qualsiasi genere salire in alta Vallecamonica per percorrere le mitiche salite del Giro d’Italia e partecipare ad alcuni stage organizzati dai campioni presenti nel comprensorio.

Con Alessandro Ballan, ultimo italiano ad aver vinto dieci anni fa il Campionato del Mondo, vincitore del Giro delle Fiandre e terzo classificato per tre volte alla Parigi-Roubaix, ad esempio, i corridori hanno salito il Passo Gavia ed il Mortirolo, provando l’ebrezza di una tappa del Giro d’Italia.

Bruno Zanchi, campione di Downhill, ha invece tenuto una scuola di Enduro, con due lezioni, una per i più preparati ed una per i curiosi. Matteo Berta, reduce dall’European Enduro Series, ha infine proposto due escursioni, sul sentiero 2 del Tour del Pizalegn e verso Case di Viso.

Un vero e proprio campo di prova per il comprensorio, che si appresta a diventare ‘bike destination’ per tutta l’estate, grazie alle numerose proposte in programma. Per sei giornate, dal 6 luglio al 2 settembre, il Parco dello Stelvio proporrà l’Enjoy Stelvio National Park, con l’opportunità per i ciclisti di percorrere il Passo dello Stelvio ed il Gavia in totale sicurezza: le strade saranno chiuse al traffico motorizzato. Il 18 e 19 luglio toccherà alla Bike Transalp, che vedrà Pontedilegno protagonista di una tappa della gara di 500 chilometri e 18mila metri di dislivello. Vermiglio, invece, il 25 e 26 agosto ospiterà l’Uci Trials World Cup, per gli acrobati delle due ruote, mentre il 2 settembre la Gavia Bike Race proporrà un percorso di 18 chilometri e 1.364 metri di dislivello.

Share This