Quanto è buono il formaggio con le pere? Una domanda che troverà risposta giovedì 25 agosto alla malga Perlepere di Darfo Boario Terme, dove si potranno assaggiare i formaggi del territorio in occasione di un pranzo camuno.

Dopo il successo della prima tappa alla malga Guccione – che ha offerto, oltre alla cena, anche un viaggio tra le stelle in compagnia di Astronomitaly -, arriva il secondo appuntamento di Fiormaggi, il concorso riservato ai formaggi di malga ottenuti con latte fresco vaccino, ovino o caprino, da animali al pascolo brado o semibrado, giunto quest’anno alla terza edizione, con il consueto obiettivo di valorizzare la biodiversità della Vallecamonica.

Un ricco programma che, fino a novembre, metterà in luce tutti gli aspetti e le qualità dei formaggi d’alpeggio, esaltandone gusto, profumi e aromi, ma anche le competenze casearie dei malghesi, tramandate di generazione in generazione. La rassegna – organizzata dall’Associazione Darfense Agricoltori e da PromAzioni360 di Loretta Tabarini, su invito e con il patrocinio della Comunità Montana di Valle Camonica e del Comune di Darfo Boario Terme, in collaborazione con Slow Food Valle Camonica – proseguirà dal 7 ottobre al 7 novembre, quando si entrerà nel cuore dell’evento con il “Mese dei Fiormaggi”, che vedrà il coinvolgimento di ristoranti e pizzerie di Darfo Boario Terme e dell’Associazione Ristoratori Vallecamonica, che per l’occasione proporranno un menu con piatti a base di formaggio.

Le fasi finali del concorso entreranno nel vivo il 24 ottobre, quando una giuria di qualità sarà chiamata a stabilire i vincitori, che verranno premiati giovedì 27 ottobre nel corso di un’apericena durante la quale i formaggi vincitori saranno abbinati ai vini del territorio. La conclusione è fissata per domenica 6 novembre con l’assaggio dei formaggi proposto al mercato a km zero di Darfo Boario Terme.

Share This