La prima edizione del Premio Giuseppe Tovini ha visto tre assegnazioni sul territorio: l’associazione Dieci di Erica Patti, il Centro antiviolenza Donne e diritti di Vallecamonica e la psicologa e consulente famigliare Elsa Belotti, fondatrice del centro Family Hope di Brescia.

Il riconoscimento, voluto dalla parrocchia di Cividate Camuno, con il Comune, la Pro loco e la Comunità montana di Vallecamonica, è stato istituito per attualizzare il messaggio universalistico del beato camuno, con un occhio di riguardo ai valori della famiglia e della vita, che Tovini aveva sempre messo al centro.

La giuria ha infatti selezionato i tre vincitori tra persone, associazioni e organizzazioni locali e nazionali che si sono particolarmente distinti per l’impegno in progetti finalizzati alla valorizzazione della famiglia, alla difesa e alla salvaguardia della vita intesa come possibilità dell’uomo di crescita, sviluppo, ricerca della serenità e della felicità.

Grande soddisfazione per il riconoscimento da parte dell’Associazione Dieci – fondata nel 2015 per volontà di Erica Patti, mamma di Andrea e Davide, uccisi a Ono San Pietro dal padre  – che sostiene le famiglie in difficoltà, in particolare i bambini e le donne vittime di violenza e promuove il cambiamento culturale; del Centro antiviolenza Donne e diritti – nato nel 2014 a Darfo e dal 2017 con Terre Unite – assiste donne vittime di violenza; e di Elsa Belotti, psicologa, psicoterapeuta e consulente famigliare, che ha dato vita oltre 30 anni fa al centro Family Hope a sostegno della famiglia.

Share This