I Winter World Master Games si terranno dal 12 al 21 gennaio 2024, ma la macchina organizzatrice si è già messa in moto. Mercoledì, a Palazzo Lombardia a Milano, è stata presentata ufficialmente la quarta edizione di quello che è il più importante evento internazionale di sport invernali riservato agli atleti Over 30.

Un’occasione non da poco, a livello sportivo e turistico, per i nove Comuni che sono stati coinvolti, sette appartenenti alla Lombardia e due al Trentino. Tra questi, spicca Pontedilegno, che ospiterà i Giochi nel suo comprensorio Pontedilegno-Tonale. Un ruolo, quello del Comune dell’Alta Vallecamonica, che non si ferma a semplice location: il sindaco Ivan Faustinelli è stato infatti nominato presidente della Fondazione costituita dai nove Comuni per occuparsi al meglio di ogni aspetto legato all’organizzazione dell’evento.

Gli altri Comuni che ospiteranno i Giochi sono Madesimo, Chiavenna, Chiesa in Valmalenco, Sondrio (dove si terrà la cerimonia di apertura), Aprica, Bormio, Vermiglio e Pellizzano. Alessandro Mottinelli del Consorzio Pontedilegno è invece amministratore delegato della Fondazione.

A gennaio del prossimo anno, in Alta Valle e non sono, sono attesi oltre 3.700 atleti dai 30 ai 90 anni, provenienti da ogni angolo del mondo, pronti ad affrontare numerose discipline sportive legate alla neve ed al ghiaccio.

Già definite le location a seconda degli sport: a Pontedilegno-Tonale, ad esempio, si terranno le gare di sci alpino, sci alpinismo, snow running e winter polo. Un evento che fa sì dello sport il protagonista assoluto, ma che sarà anche un’importantissima vetrina per il turismo locale, che offrirà ai partecipanti ed a chi li accompagnerà la possibilità di conoscere il territorio, le sue tradizioni e tutto ciò che offre, dalla cultura ai prodotti tipici.

I Winter World Master Games sono giunti alla quarta edizione: a volerli fortemente il Ministero del Turismo e la Regione Lombardia, che hanno riconosciuto il valore della manifestazione, promossa dall’IMGA (International Master Games Association), di cui Sergey Bubka, campione olimpionico, è il presidente.

Share This