Dal 1 luglio in Lombardia scatta il dimezzamento del superticket per le prestazioni sanitarie.

Questo significa che il costo massimo del ticket scenderà da 66 a 51 euro.

È infatti di 36 euro la quota statale, che rimane invariata, mentre scende da 30 a 15 quella regionale.

Una proposta dell’assessore al welfare Giulio Gallera che va a sostegno di 1,5 milioni cittadini lombardi , se si guarda ai numeri di pazienti che nel 2017 hanno usufruito di prestazioni diagnostiche.

Il costo massimo del ticket sarà quindi di 51 euro, dalla somma del ticket nazionale da 36 con i 15  euro di ticket regionale, e non più 66 euro (36+30) come finora sostenuto per chi richiedeva ad esempio prestazioni come Tac del torace o Risonanza magnetica della colonna vertebrale.

Nel complesso, spiegano dal Pirellone, il superticket mediamente pagato per ricetta sarà su base regionale di 7,8 euro invece dei 10 applicati a livello nazionale.

La data del 1° luglio è stata individuata per dar modo a tutti gli erogatori di aggiornare i sistemi informatici senza disguidi.

Share This