Sono 5mila le firme finora raccolte (la campagna è iniziata l’8 agosto scorso) dal Comitato Pro Ospedale di Iseo per chiedere la riapertura del Punto Nascite nel nosocomio sebino, dopo la conferma che questo non avrebbe più riaperto. Numerosi i negozi in paese e nei Comuni limitrofi che danno la possibilità di firmare la petizione, a cui farà anche seguito, il 30 settembre dalle ore 15:00 alle 17:00, una manifestazione di protesta proprio davanti all’ospedale.

La preoccupazione, fanno sapere Lucia Danesi, Orsolina Ciocchi e Nadia Zatti, referenti del Comitato, è che al posto del Punto Nascite si voglia realizzare un centro riabilitativo di cui, spiegano, non c’è necessità sul territorio. Le tre sottolineano anche che non è vero che manca il personale, così come non è vero che la struttura di Iseo ospitava ormai poco parti: solo nel 2019 se ne sono contati 440.

Da parte sua Marco Ghitti, sindaco di Iseo, ha chiesto ancora il sostegno ad alcuni suoi colleghi (38 per la precisione) per una mozione al Decreto ministeriale 70 che fissa un minimo di nascite per presidio: il primo cittadino ha coinvolto anche l’Anci, che invierà al Governo la richiesta di modifica.

Share This