Vallecamonica Servizi ha tracciato un bilancio delle percentuali di raccolta differenziata nei Comuni del territorio sul quale opera.

Il risultato complessivo è del 62% di differenziata contro il 50% del 2016.

La classifica dei Comuni “ricicloni” vede al primo posto Gianico, con l’80%, seguito da Braone e Capo di Ponte al 79%.

Almeno una ventina di paesi sono sopra il limite del 65% imposto dalla legge e in almeno altri dieci si potrebbe raggiungere presto l’obiettivo. Restano da spronare anche i paesi sotto la soglia del 50%. Sono 11 e la lista include i tre sotto il 30% – Cimbergo, Paspardo e Corteno Golgi – che abbassano la media di differenziata dell’intera Valle, e paesi “particolari” perché realtà turistiche, come Ponte di Legno.

Anche la città di Darfo Boario Terme dovrebbe passare a una raccolta puntuale dei rifiuti nell’arco del 2018. Una vera e propria rivoluzione per gli oltre 15mila abitanti e un grande impegno per la holding camuna.

Nel complesso il risultato è buono ed è dovuto a una serie di motivi: dall’evoluzione della raccolta puntuale, alla consapevolezza in crescita dei cittadini.

Sicuramente qualche criticità resiste, come il fenomeno dell’abbandono dei sacchetti lungo le strade.

Share This