Più del doppio di mercoledì: sono ben 69 i nuovi contagiati dal Coronavirus in Vallecamonica nella giornata di giovedì, come evidenziato dal report quotidiano diramato dall’Ats della Montagna. Un netto balzo in avanti a cui vanno affiancati, purtroppo, anche altri quattro decessi sul nostro territorio, che fanno salire a 265 il numero di persone venute a mancare dall’inizio della pandemia ormai un anno fa.

All’ospedale di Esine sono sempre settanta i posti letto disponibili per i pazienti Covid-19, suddivisi in 63 per i sub-acuti, quattro per gli acuti e tre per la Terapia Intensiva; 205 il numero delle dimissioni, dal 1° ottobre scorso ad oggi, dai reparti di degenza e 237 i dimessi dalle strutture di Pronto Soccorso. Il bollettino, però, riporta anche un aumento di guariti per 23 unità.

La situazione, insomma, resta critica, con l’intera Provincia di Brescia che anche ieri ha superato i mille contagi in un giorno (1.114, per la precisione), a fronte di 5.174 nuovi casi in tutta la Regione: numeri che hanno spinto il Pirellone a dichiarare, dalla mezzanotte di oggi, tutta la Regione in zona arancione rafforzata, situazione in cui il Bresciano si trova già da più di una settimana: in tutta la Lombardia, da oggi, scuole chiuse.

Share This