I disagi del referendum in Catalogna sono l’apertura anche per le testate locali di quest’oggi. Giornale di Brescia titola: “Al voto tra gli scontri, la Catalogna ha deciso per l’indipendenza”, riferendosi al risultato, che secondo gli indipendentisti sfora il 90% dei sì, ma che per il governo spagnolo di Rajoy rimane una farsa.

Bresciaoggi scrive: “Catalogna, voto tra le violenze”, scegliendo l’immagine di una catalana col volto insanguinato.

Eco di Bergamo: “Catalogna, oltre 800 feriti per il sì all’indipendenza”.

Un altro referendum, di ben altra portata ma importante per la Vallecamonica, era quello che ieri ha portato ai seggi gli abitanti di Vione, Temù e Pontedilegno. Ha prevalso il no all’incorporazione per fusione di temù e Vione nel Comune di Ponte. Soltanto a Pontedilegno la maggioranza dei votanti (67% di affluenza) si è espressa a favore dell’operazione. Gdb titola: “niente fusione per Temù, Vione e Pontedilegno” e mette una fotografia di uno dei seggi. Bresciaoggi riporta un breve trafiletto in prima pagina col titolo: “Pontedilegno dice sì ma Temù e Vione bloccano la fusione”.

I due quotidiani bresciani riportano poi le immagini e i dettagli del terribile incidente accaduto all’altezza di Manerbio, sulla A21, ieri pomeriggio. Una famiglia romena stava rientrando dalla Liguria. L’auto, una Mazda, è finita per cause ancora da stabilire, sotto a un tir in sosta. A perdere la vita la figlia di 3 anni della coppia.

Share This