È il referendum per l’autonomia della Lombardia e del Veneto a tenere banco quest’oggi sulle testate locali.

Il voto si è chiuso alle 23 di doemcnica, ma quando i giornali escono in stampa la Lombardia non ha ancora un dato definitivo dell’affluenza. Il sistema di voto elettronico ha avuto della falle nella fase di smistamento dei dati da parte delle voting machine.

Giornale di Brescia dà come certo il dato dell’affluenza ai seggi: “Referendum lombardo, vota il 40%. Maroni: a Roma con più forza”.

Dall’altra i dati del Veneto e l’esultanza di Zaia, che ha ottenuto un grande risultato con il 60% di affluenza e il 98% di Sì.

Bresciaoggi titola: “Referendum. Due schiaffi a Roma” riferendosi ai Sì di Veneto e Lombardia.

Anche Bresciaoggi racconta: il voto elettronico promosso dagli elettori, ma lo spoglio si inceppa

Soddisfazione per i politici bresciani che sostenevano il Sì. Le reazioni raccolte all’interno di Brescioggi.

Eco di Bergamo: “A Bergamo ha votato il 39%”, scrive l’Eco, che si serve dei dati provvisori per sottolineare che nelle proiezioni delle 19 la Bergamasca era la prima in fatto di affluenza in Lombardia. Il sindaco di Bregamo Gori, che si era schierato per il Sì, ma con delle riserve rispetto alla propaganda del Pirellone, ha affermato: “Non mi pare che ci sia stato il plebiscito che Maroni si aspettava”.

Share This