I quotidiani bresciani riportano tante notizie dalla Vallecamonica, purtroppo tutte di cronaca in un fine settimana movimentato che ha portato anche delle tragedie, come quella accaduta ieri in Adamello. Due ragazzi stavano percorrendo il sentiero numero 1 quando la donna, una 24enne di Roma, è precipitata per almeno 300 metri in un canalone. Per lei non c’è stato scampo. Il titolo di Giornale di Brescia in centro pagina con la fotografia è “Via dell’Adamello, scivolata mortale”. Bresciaoggi riporta una fotografia dei soccorsi e scrive nel taglio basso: “Precipita in un canalone e perde la vita a 24 anni”.

Un’altra tragedia, di altro genere, è quella che ha colpito ieri l’intera comunità di Darfo. Una poliziotta della municipale si è tolta la vita. Si tratta di Elena Vianelli, 48enne di Pisogne, che era in servizio da 18 anni. giornale di Brescia sceglie di mettere ben in evidenza la notizia anche in prima pagina, meno enfasi per Bresciaoggi, che riporta solo una breve nel taglio alto. Entrambi i quotidiani poi, nelle pagine interne, pubblicano la fotografia della poliziotta.

Su Bresciaoggi da Cerveno una foto e due righe che riguardano l’incendio avvenuto alla Riva ieri pomeriggio. Solo una delle numerose notizie legate al maltempo di ieri, al quale Brescioggi dedica l’apertura: “Bufera sul Garda, un disperso” è infatti il titolo principale. Giornale di Brescia si concentra, come avviene quasi sempre, sulle notizie dal governo e titola in apertura: “Verso una manovra da quasi 20 miliardi. Priorità ai giovani”.

I due quotidiani bresciani tornano poi su alcune notizie dei giorni scorsi con la raccolta di testimonianze da parte dei protagonisti di esse. È il caso dell’intervista al commissario sopravvissuto all’incidente avvenuto il 29 luglio durante le prove della Malegno Borno. “Basta gare. Io miracolato alla Malegno-Borno”.

Nel caso di Bresciaoggi c’è un approfondimento che riguarda l’ennesima tragedia avvenuta sabato sul lago d’Iseo, che ha visto due ghanesi morire annegati a Marone. “Ragazzi annegati, ora il lago d’Iseo invoca sicurezza” è il titolo in prima. Interventi, nelle pagine interne, della sopravvissuta, del presidente di Camunia soccorso, e del responsabile della Guardia Costiera.

L’Eco di Bergamo apre con il maltempo, il titolo è “Nubifragio, vento e frane. Strade chiuse alberi caduti” e a seguire, nel trafiletto in prima pagina, si fa al conta dei danni causati dalle piogge anche nella bergamasca.

Share This