La rassegna stampa inizia dall’apertura di Giornale di Brescia, che sceglie come argomento principale il premio Nobel per la pace 2017, assegnato ieri dall’al network internazionale Ican, impegnato per il bando delle armi nucleari. Un chiaro monito a Usa e Corea, come è stato sottolineato anche ieri da Beatrice Fihn che guida l’organizzazione.

Titolo in prima pagina anche su Brescioggi su questo argomento, ma nel taglio basso: “Monito per Trump e Kim”, leggiamo. L’apertura è legata ancora alla manovra del Governo “Nella manovra aiuti ai negozi”, mentre l’editoriale è specificamente dedicato al Pd e alle ultime mosse di Renzi sul Mdp, lette da Antonio Torise come l’apertura di nuovi scenari in vista delle urne. E la prima occasione sarà il referendum del 22 ottobre sulle autonomie.

I quotidiani bresciani tornano poi sul caso dell’allenatore 43enne di Lonato del Garda. Giornale di Brescia: “Parlano le allieve: Lui ci teneva in pugno”. Bresciaoggi: “Lo sfogo delle vittime dell’orco”. Corriere Brescia: “L’ansia delle ragazze: Mi sentivo in colpa”. Tutti e tre i giornali lasciano spazio oggi alle testimonianze delle vittime dell’uomo, fornite da ragazze per la maggior parte dei casi ancora minorenni. Racconti raccapriccianti, che secondo gli inquirenti non lasciano dubbi sulla colpevolezza dell’uomo.

GdB e Bresciaoggi riportano inoltre la cronaca da Storo, dove una donna di Castenedolo ha perso la vita mentre era col marito in cerca di funghi, scivolando in un canalone.

Eco di Bergamo apre come di consueto con notizie locali. Da segnalare, tra le altre, il riconoscimento a una ricercatrice bergamasca che ha condotto uno studio sulla dislessia, scoprendo un gene. In centro invece la cronaca col ritrovamento, a distanza di tre mesi dall’incidente di un pirata della strada che a luglio a Caravaggio aveva travolto una ciclista. Si tratta di un 50enne, che però continua a negare.

Share This