Le testate bresciane aprono oggi con il bando pubblicato dal Comune di Brescia, che prevede contributi ai privati che decideranno mettere a disposizione case sfitte a prezzi calmierati. Il dato positivo riguarda il calo del numero degli sfratti. Titolo d’apertura per Giornale di Brescia e Corriere Brescia su questo argomento, mentre Bresciaoggi gli riserva il taglio alto, tenendo l’apertura per la ludopatia e il “Giro di vite sul gioco d’azzardo” previsto dall’accordo tra Regioni e Governo.

Si continua poi a parlare della morte della piccola Sofia. L’autopsia eseguita ieri ha infatti confermato che a causare il decesso è stata la malaria. Ora le indagini proseguono. Corriere Brescia riporta il particolare delle indagini sui bagagli della famiglia del Burkina Faso le cui bambine erano ricoverate per malaria nello stesso reparto di Sofia a Trento. Ma Giornale di Brescia ha raccolto nel frattempo la dichiarazione del nonno della piccola: “Noi non accusiamo nessuno. Tocca ai medici dirci come e perché Sofia è stata uccisa dalla malaria”, una presa di posizione in difesa delle due sorelline africane.

Eco di Bergamo parla di emigrazione e di “fuga di cervelli”: “Nel 2016 abbiamo perso un paese”. Il riferimento è ai più di 3mila bergamaschi che lo scorso anno si sono trasferiti all’estero per lavoro. Di contro però nella bergamasca sono arrivati 5.700 immigrati nello stesso periodo.

Share This