Sarà una Paralimpiade Invernale che parlerà anche camuno, quella che si prepara ad essere disputata dal 4 al 13 marzo prossimi, un mese dopo lo svolgimento dei Giochi Invernali, previsti dal 4 al 20 febbraio. Tre atleti provenienti dalla Vallecamonica saranno infatti presenti a Pechino per tenere alta la bandiera italiana, ovviamente, ma anche quella bresciana e camuna.

Il darfense Andrea Ravelli si conferma guida del trentino Giacomo Bertagnolli che, in quanto campione paralimpico in carica nelle discipline Gigante e Slalom (sua la vittoria a Pyeongchang nel 2018), sarà anche alfiere durante la cerimonia d’apertura, ruolo che un mese prima toccherà alla bergamasca Sofia Goggia, sventolando la bandiera consegnata loro qualche giorno fa da Sergio Mattarella, Presidente della Repubblica.

Ravelli, però, non sarà l’unico camuno a Pechino: dalla Polisportiva Disabili di Vallecamonica, infatti, giungeranno Giuseppe Romele di Pisogne e Christian Toninelli di Pian Camuno. Buone le possibilità di fare bene per entrambi, con Romele che potrebbe avere qualche chance in più: l’atleta pisognese nel 2021 si è portato a casa due ori e quattro argenti in Coppa del Mondo, finendo secondo nella classifica generale ed attirando l’attenzione della Gazzetta dello Sport, che l’ha nominato “atleta paralimpico dell’anno”.

Share This