Il Governo ha approvato la riforma regionale della Sanità: a comunicarlo venerdì Letizia Moratti, vicepresidente della Regione Lombardia ed assessore al Welfare, che cha commentato la notizia con soddisfazione.

Una notizia che, però, si è portata con sé un piccolo mistero: Moratti parla di “alcuni suggerimenti” forniti dall’esecutivo per migliorare il testo, il che ha fatto subito pensare alla necessità di una modifica che richiederà il ritorno in Consiglio Regionale.

Di questo è sicuro il Pd, secondo cui le modifiche chieste da Roma sono “sostanziali”. Dall’Ufficio Stampa di Moratti, però, viene sottolineato che le richieste del Governo riguardano solo “aspetti tecnici”. A risolvere il mistero ci ha pensato il Ministero stesso, che ha precisato che le modifiche dovranno passare per forza tramite il Consiglio Regionale, e quindi una nuova votazione.

Il Governo non ha impugnato il testo semplicemente perché dalla Regione Attilio Fontana ha garantito che le modifiche saranno fatte entro marzo. Intanto venerdì Moratti ha visitato le prime Case ed Ospedale di Comunità in partenza nel Bresciano, a Nave ed a Leno.

Share This