Aiutare le donne che, soprattutto a causa della pandemia, hanno perso la loro indipendenza, la loro autostima o hanno subìto tragedie. È lo scopo del progetto artistico senza scopo di lucro “Rinascita 21”, ideato dalla fotografa Emilia Vila.

Anna Maria Gandolfi, da sempre impegnata nel sostegno di progetti che hanno al centro la valorizzazione della figura femminile, e Loretta Tabarini, presidente di Promazioni360, associazione no-profit che sostiene progetti che sviluppano tematiche legate al territorio e alla valorizzazione delle donne, costituiranno, con la fotografa Vila, direttore creativo del progetto, la Commissione che sceglierà 21 donne che vivono a Brescia e provincia che, nel 2021, pur avendo avuto esperienze dolorose e drammatiche, hanno trovato la forza di rinascere.

Si possono candidare, scrivendo la loro storia a emilia.vila@email.it, donne di ogni età che hanno perso il lavoro, che hanno affrontato una tragedia familiare, una malattia, una separazione, ma che sono riuscite a superare la prova e hanno saputo reinventarsi e, appunto, riemergere.

Una volta individuate, le 21 protagoniste contribuiranno a creare una storia fotografica con un “prima” e un “dopo” la trasformazione, attraverso un ritratto realizzato dalla fotografa Emilia Vila. Il tutto verrà realizzato con il supporto di un team di professionisti anche di tipo psicologico, legale e medico.

Si otterranno 21 ritratti “catartici”, da diffondere sui social, da presentare con podcast e da esporre con mostre fotografiche: storie nelle quali le donne in difficoltà possano trovare conforto, riconoscersi o prendere spunto per avviare la propria rinascita.

Share This