L’Associazione Ristoratori di Vallecamonica ha promosso ed è entrata a far parte di RistoLombardia, il sodalizio in fase di formazione che unisce le principali associazioni della ristorazione del bresciano, come l’Associazione cuochi bresciani. In questo modo il settore ha un’unica voce, molto preziosa in questo momento di difficoltà legato alla pandemia e alle continue chiusure dei locali. Il referente del nuovo sodalizio è Marco Bezzi, chef di Ponte di Legno.

Obiettivo primario di RistoLombardia sarà aprire un tavolo di concertazione e confronto permanente con tutte le associazioni della ristorazione sino a tempi certi e dichiarati dei ristori. Inoltre si punta a coinvolgere anche le altre provincie lombarde associando i loro ristoratori.

RistoLombardia debutta esprimendo in modo netto il proprio dissenso per le modalità e in particolare i tempi, con cui si è resa efficace l’ordinanza regionale firmata nel tardo pomeriggio del 23 febbraio, che fece passare in poche ore da zona gialla a zona arancione rafforzato l’intera provincia bresciana nonché altri comuni della regione.

Esprimendo il pieno dissenso per le ormai consuete modalità temporali di applicazione (il riferimento è anche alla decisione a presa, sempre a febbraio, dal Governo di non aprire le piste da sci), RistoLombardia chiede al contempo una serie di precisi e tempestivi provvedimenti per un settore di vitale importanza nell’economia regionale e nazionale.

Tra i punti elencati si reclama inoltre di individuare chiare e corrette modalità in grado di far convivere il diritto alla salute con l’altrettanto incontestabile diritto al lavoro, al mantenimento proprio, dei propri collaboratori, delle loro famiglie, della società intera, riferito a un settore in grado di muovere una percentuale a doppia cifra del PIL nazionale.

Share This