Si trova ricoverato al Centro Grandi Ustionati di Milano il 66enne originario di Costa Volpino rimasto coinvolto, venerdì intorno a mezzogiorno, nell’esplosione del suo appartamento saturo di gas a San Vigilio di Rogno.

 

Secondo la ricostruzione dei carabinieri di Clusone e Costa Volpino, tramite anche la testimonianza dell’uomo stesso, che durante i soccorsi non ha mai perso conoscenza, il 66enne voleva prepararsi un caffè, ma non si è reso conto della fuoriuscita di gas dalla bombola della cucina.

Da qui, l’esplosione, che ha distrutto la cucina e danneggiato le altre camere. Immediati i soccorsi della Croce Blu di Lovere e dei Vigili del Fuoco di Clusone e Darfo Boario Terme, che hanno provveduto a mettere in sicurezza l’intera palazzina, dove si trovano altre due residenze. L’uomo è stato portato in eliambulanza all’ospedale ‘Papa Giovanni XXIII’ e poi a Milano, dove gli sono state riscontrate ustioni di primo e secondo grado a braccia, torace e volto. L’uomo, fortunatamente, non è in pericolo di vita.

Share This