Comprendere i problemi della montagna e discuterne con chi ci vive e ne amministra i territori. Questo lo scopo della visita di giovedì da parte dell’assessore regionale Fabio Rolfi in Vallecamonica, ospite della Comunità Montana e del Consorzio Forestale e minerario della Valle Allione, con sede a Paisco Loveno.

Proprio il direttore del Consorzio, Roberto Nicoli, con il sindaco del paese camuno, Dino Mascherpa, ha accolto in mattinata l’assessore bresciano, accompagnato dall’Assessore all’Agricoltura, Foreste e Bonifica Montana della Comunità Montana Enrico Dellanoce e da tutti i sindaci dei Comuni soci del Consorzio Forestale.

Una riunione che ha permesso di fare il punto sullo stato di avanzamento della bonifica dei boschi più colpiti dalla tempesta Vaia del 2018, ma anche sul problema del bostrico, che attacca gli abeti rossi e che è presente anche in Vallecamonica.

Un viaggio di sorvolo in elicottero con i sindaci di Ono San Pietro e Cerveno ha inoltre permesso di vedere dall’alto lo stato di avanzamento dei lavori finanziati da Regione per mettere in sicurezza il torrente Blé dopo l’alluvione di due anni fa e di fare il punto sui nuovi sistemi di monitoraggio di dissesti idrogeologici che interessa sia i due Comuni della media Valle che Sonico e il suo Val Rabbia.

Con l’occasione Rolfi e Dellanoce hanno sottolineato l’importanza del recente contributo da 3,5 milioni di euro erogato dal Pirellone a favore di nuovi lavori di sistemazione dei danni al patrimonio forestale e alla viabilità silvo-pastorale causati dalla Vaia.

“Mancavano all’appello ancora molti interventi in diversi Comuni, che nei giorni scorsi Regione ha finanziato” ha dichiarato l’assessore Dellanoce “si tratta di 17 interventi su altrettanti Comuni della Valle dove non era stato possibile ancora operare definitivamente, per un importo complessivo di 3,5 milioni di euro.” I Comuni finanziati sono: Artogne, Berzo Demo, Bienno, Borno, Breno, Capo di Ponte, Cedegolo, Corteno, Edolo, Esine, Incudine, Malegno, Ono San Pietro, Paisco Loveno, Piancogno, Pontedilegno, Vione.

L’assessore camuno ha espresso soddisfazione, a nome di tutti i sindaci interessati, in quanto Regione ha erogato l’intero finanziamento richiesto, che permetterà di completare la bonifica dei danni causati dalla Tempesta in Vallecamonica entro il 2022.

Regione Lombardia ha stanziato a favore di Comunità Montana un ulteriore contributo di 800mila euro che consentirà la messa in sicurezza del torrente Grigna, in Comune di Bienno, in corrispondenza ed a monte della frana in località Sesa.

Nel 2019 Regione Lombardia aveva concesso i primi contributi con cui sono stati eseguiti 17 interventi urgenti sul territorio in 19 Comuni e, a seguito di successive sollecitazioni, ad inizio 2021 sono stati stanziati altri 4,2 milioni per 21 interventi su altri 12 Comuni: interventi che sono già stati progettati dai tecnici della Comunità Montana e che, una volta ottenuta l’autorizzazione regionale, verranno appaltati e realizzati, come ha spiegato Giambattista Sangalli, Direttore del Servizio Foreste e Bonifica Montana.

Share This