Amministratrice comunale, ma anche insegnante e membro attivo della comunità: a Sale Marasino si piange la scomparsa di Ada Gasparotti, primo cittadino del paese che si affaccia sul lago d’Iseo dal 1999 al 2004, venuta a mancare domenica, all’età di 80 anni, all’ospedale di Iseo.

Impegnata nella gestione del Comune, sia come membro del consiglio che come sindaco, per dieci anni, Gasparotti era anche stata apprezzata per il suo lavoro di insegnante di scuole medie, ma anche come esperta al servizio dell’Acli.

Durante i suoi anni da primo cittadino, ha contribuito alla ristrutturazione delle scuole, alla realizzazione del nuovo campo di calcio intercomunale che si trova a Sulzano, all’avvio dell’iter per la casa di riposo di via Allegra e la sistemazione della strada a fianco della chiesa di San Zenone.

Solo l’anno scorso Gasparotti, insieme a Silverio Antonini, ex tecnico comunale, fu assolta dalla Corte dei Conti per una vicenda risalente a vent’anni prima legata all’esproprio di una parte dell’area Bredina per realizzare la nuova palestra comunale. Ada Gasparotti lascia la figlia Francesca, la sorella Carla ed i nipoti Elisa, Sara, Marcello, Nicolò ed Emilia. I funerali oggi alle ore 15:00 nella chiesa parrocchiale di San Zenone.

Share This