Non è servito dire di essere disoccupato e di non avere altra scelta se non fare quanto appena fatto, ad un 69enne di Sale Marasino, che si è ritrovato con una multa da ben 3.333 euro. L’uomo, che dal 1977, ovvero da quando ha sbattuto contro un treno di passaggio a Marone, è rimasto senza la gamba sinistra, il 21 aprile scorso (e quindi in pieno lockdown) stava recandosi verso l’ufficio postale del paese, partendo dalla sua abitazione in località Riva.

Arrivato in paese, però, ha sentito la necessità di andare in bagno: con tutti i bar e negozi chiusi a causa delle restrizioni, così come il bagno dietro le poste, l’uomo era consapevole che non sarebbe riuscito a tornare a casa ed ha fatto il suo bisogno contro un muro in via Fedreghini.

Il caso ha voluto che in quel momento stessero passando i carabinieri che, visto l’uomo, non hanno voluto sentire le sue giustificazioni legate alle alle difficoltà di spostarsi e lo hanno multato, avendo compiuto “atti contrari alla pubblica decenza”. La multa andrebbe da 5mila a 10mila euro, ma se pagherà entro 60 giorni sarà ridotta a “solo” 3.333 euro. Una cifra non da poco per l’uomo, considerato che non lavora ed ha un assegno mensile di 500 euro.

Share This