Il problema è sempre quello: nei mesi estivi, nelle località nei pressi del lago d’Iseo, i residenti dei piccoli borghi si ritrovano a subire i disagi causati dai numerosi turisti che invadono le strade a volte anche con dei parcheggi selvaggi.

E’ il caso, ad esempio, di Sale Marasino dove, sulla strada per raggiungere la frazione di Portole, sono numerose le macchine che vengono lasciate, intralciando il traffico ed anche gli ingressi delle case e proprietà private, fino a mettere a rischio il passaggio dei mezzi di soccorso.

Da qui, la decisione del Comune di emettere un’ordinanza di divieto di sosta con rimozione forzata lungo tutta via Presso. “Siamo comunque consapevoli che il nuovo divieto non può essere l’unica soluzione al problema”, ha detto Marisa Zanotti, sindaco di Sale Marasino, “stiamo ragionando sulla possibilità di creare zone di sosta, ma il lavoro non può essere rapido e non è nemmeno facile”.

Share This