Nella mattinata di sabato, 18 giugno, nelle acque antistanti il Lido Nettuno, in comune di Sarnico, si terrà una maxi esercitazione di Protezione Civile, orchestrata dalla Guardia Costiera Ausiliaria del Sebino.

Una “dimostrazione di salvamento”, che vedrà impegnate diverse decine di volontari di varie associazioni – oltre alla Guardia Costiera, anche il Centro Volo Nord, la Croce Rossa Italiana – OPSA Bergamo, il Gruppo Sub Montisola, la Croce Blu del Basso Sebino, l’associazione milanese Croce di San Giovanni, il Gruppo Orobie Soccorso.

“Vogliamo dimostrare – ha sottolineato Diego Nolli, capocentro operativo della Guardia Costiera – che uniti si possono raggiungere importanti risultati nel campo del soccorso persona, in ambito lacustre. La sinergia tra le diverse associazioni è importante, e questo tipo di eventi aiuta ad accrescere la collaborazione e gli automatismi da mettere in campo, qualora si verifichino emergenze da affrontare”.

Nella mattinata sono previsti diversi scenari, allestiti dalle associazioni presenti: la ricerca subacquea di una persona dispersa, il soccorso a diportisti in seria difficoltà per problemi al natante, l’aiuto ai bagnanti in difficoltà con l’utilizzo dei cani addestrati appositamente.

“Voglio ringraziare – ha chiuso Nolli – l’Autorità di Bacino Lacuale dei Laghi d’Iseo, Endine e Moro, per averci coinvolti ancora una volta in un accordo volto a garantire la sicurezza sulle spiagge del basso Sebino. Da anni siamo impegnati nei pattugliamenti, a piedi e sulle nostre imbarcazioni, nei lidi tra Paratico, Sarnico, Predore e Tavernola Bergamasca. Il nostro impegno è massimo nell’informazione e nella formazione”.

L’esercitazione della Guardia Costiera Ausiliaria avrà inizio alle 9:00 e terminerà verso le 12.30, ed è inserita nell’ambito del raduno interregionale ANMI – Marinai d’Italia, che si terrà a Bergamo nel fine settimana.

Share This