Non poteva non suscitare qualche polemica da parte della minoranza di Sarnico la decisione, tra i primi punti all’ordine del giorno del primo Consiglio comunale post-elezioni, di aumentare l’indennità degli amministratori.

Giorgio Bertazzoli, primo cittadino del paese, passa così dai 1.300 euro del mandato precedente a 1.800 euro; Paola Plebani, vicesindaco, percepirà 950 euro invece che 681; Lorenzo Bellini, assessore al Turismo, passerà da 615 a 855 euro. Nicola Danesi e Laura Crescini, rispettivamente assessore allo Sport ed alla Cultura, avranno un’indennità di 421 euro contro i 306 inizialmente previsti.

In tutto, la Giunta percepirà 69mila euro quest’anno, 89mila dal 2020. Per Piero Arcangeli dell’opposizione 20mila euro in più che sarebbero stati utili per appianare i debiti dell’asilo, ma per Bertazzoli il Comune ha solo adeguato le indennità, ferme da vent’anni, seguendo quanto previsto dalla legge.

Il Consiglio comunale ha diviso le due parti anche sulle modifiche alla commissione Biblioteca, che ora avrà al suo interno componenti di sola nomina politica.

Share This