Il circuito della Valle dei Segni Mountain Cup prosegue: domenica scorsa è stata la volta della Scalata alla Valle Adamè, giunta alla 17^ edizione: un classico dello sport camuno del mese di settembre, nata nel 1976 e capace, edizione dopo edizione, di attirare sempre più atleti, provenienti anche da altre zone della Provincia di Brescia ed oltre.

L’edizione 2022 -organizzata dalla Podistica Valle Adamè- ha visto partecipare oltre 100 atleti, gran parte dei quali camuni, ma anche dalla Franciacorta, dalla Val di Scalve ed in alcuni casi da Cremona. Per quanto riguarda la gara, Damiano Pedretti tra gli uomini e Vivien Bonzi tra le donne hanno dominato fin da subito il tracciato e, gradino dopo gradino, sulla mula hanno distaccato gli avversari lasciando loro la lotta per il secondo e terzo posto.

Nella gara maschile, la conquista del podio ha visto protagonisti anche i fratelli Luca e Marco Malgarida, con Luca arrivato secondo e Marco terzo, mentre tra le donne la seconda posizione è andata a Stefania Cotti Cottini (che domina la classifica generale della Valle dei Segni Mountain Cup) ed Heidi Davies.

Grazie alla collaborazione con il Gruppo Run Aragosta, quest’anno è stata proposta una combinata con la CaPaSkale, assegnando cinque premi ad altrettanti atleti che hanno partecipato ad entrambe le gare (Fabrizio Boldini, Michele Piloni, Giancarlo Putelli, Simone Bertocchi e Renzo Pietroboni).

Assegnati anche due riconoscimenti al corridore più giovane (Andrea Bolis) ed al più “esperto” (Domenico Bonomelli). Per la Valle dei segni Mountain Cup, ora, restano altre due gare: la Tre Campanili Special di Artogne del 2 ottobre e la Erbanno Vertical del 16 ottobre.

Share This