La neve scarseggia, ma il ghiaccio c’è: proprio il sentiero ghiacciato ha causato l’infortunio di un escursionista di 60 anni che, sabato mattina, si è fatto male mentre percorreva un sentiero nei pressi del rifugio “Sandro Occhi” all’Aviolo, tra Edolo e Vezza d’Oglio.

L’uomo, intorno alle ore 11:00, è scivolato per diversi metri verso valle. I traumi riportati hanno reso necessario l’intervento dei soccorritori: sul posto sono giunte le squadre del Soccorso Alpino e del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza, oltre all’elisoccorso, che ha portato in quota l’equipe sanitaria, con il tecnico dl Soccorso Alpino.

L’infortunato è stato quindi recuperato e portato in ospedale ad Edolo. L’intervento segue di poche ore l’esercitazione in notturna svolta a Vezza d’Oglio, in Val Alba, nei pressi del rifugio “La cascata”, pensata appositamente per scenari simili a quelli in cui i tecnici si sono ritrovati a lavorare sabato mattina.

Una quindicina di persone hanno sperimentato manovre e passaggi tecnici su cascata di ghiaccio. Resta comunque valida la raccomandazione a tutti, prima di effettuare un’escursione, di valutare bene sia il percorso che si vuole intraprendere sia la quantità di ghiaccio presente e le proprie capacità di andare in montagna in inverno.

Share This