Dopo quasi quattro anni di intenso lavoro, Segni di Futuro si avvia ormai al termine. L’8 giugno, con l’evento conclusivo, verrà riproposto il percorso fatto dal progetto nato con l’obiettivo di orientare i giovani della Vallecamonica al mondo del lavoro.

Ci si troverà nel pomeriggio a Borgo Glazel a Piamborno, per raccontare ciò che è stato realizzato, riflettere su quanto imparato e su tutto ciò che resta ancora da fare per costruire un sistema in grado di supportare i giovani camuni nel costruire il proprio futuro. Sarà anche l’occasione per riunire quanti hanno condiviso questo cammino come operatori, partner, sostenitori, partecipanti e rappresentanti del territorio.

Dopo l’apertura e i saluti istituzionali da parte del sindaco di Piancogno, Sangalli dell’assessore alle politiche sociali e all’innovazione tecnologica di CMVC e Presidente dell’Azienda territoriale per i Servizi alla Persona, Sabbadini, e del Commissario Fondazione Cariplo Troncatti, i partner e i giovani di Segni di Futuro presenteranno attività e risultati.

Seguirà la Presentazione del “Rapporto Giovani e Lavoro” a cura del prof. Giancarlo Provasi, Responsabile scientifico del progetto Segni di Futuro. È inoltre in programma la tavola rotonda su “Giovani, sfide e competenze per il territorio”, un dialogo con il giornalista Riccardo Venchiarutti e le imprese, il terzo settore, la scuola e le amministrazioni del territorio. Prevista infine la presentazione delle proposte dei giovani partecipanti e premiazioni per Hackathon “Tracce di innovazione sono Segni di Futuro”.

Share This