Abbiamo ormai imparato che questa terza ondata vede protagonista la cosiddetta variante inglese del virus, che riesce a colpire anche i più giovani (meno interessati dalle precedenti ondate) e quindi a diffondersi più velocemente.

Ne risulta che anche i Comuni più piccoli, in queste settimane, stanno affrontando un aumento del contagio: è il caso di Sellero dove, dati aggiornati a venerdì scorso, si contano ventinove positivi nel capoluogo e quattro nella frazione di Novelle, oltre a ventotto persone in quarantena (ventisette a Sellero ed una a Novelle).

Di questi casi, ha rivelato al Giornale di Brescia Giampiero Bressanelli, primo cittadino del paese, sedici sono concentrati in tre famiglie e due casi riguardano -seppur fortunatamente senza gravi sintomi- un 14enne ed un 17enne.

Alla luce di questa situazione, nella riunione che si è tenuta due giorni fa con il Centro Operativo Comunale, il sindaco ha disposto la chiusura del servizio di erogazione della casetta dell’acqua, ritenuta possibile punto di contatto e quindi veicolo di contagio.

Bressanelli, per quanto riguarda i vaccini, ammette che “c’è un meccanismo che non funziona: i nostri 105 ottuagenari sono in attesa. L’Hub è a Capo di Ponte, ma i chiamati sono troppo pochi. Serve un colpo di reni”.

Share This