Quest’anno è toccato alla Sezione Ana di Trento, a cento anni esatti dalla fondazione, organizzare ed ospitare il Pellegrinaggio in Adamello. Giunto alla 58esima edizione, ha vissuto uno dei momenti più significativi sabato, con la messa celebrata al Rifugio Adamello Collini al Bedole, in Val Rendena.

Il pellegrinaggio degli alpini trentini e camuni – quest’anno intitolato al capitano Guido Larcher (primo Presidente della Sezione di Trento) e alla Medaglia d’Oro al Valor Militare Ferruccio Stefenelli (primo segretario della Sezione di Trento) – è iniziato giovedì e venerdì con la partenza delle cinque colonne, che, a piedi hanno raggiunto il luogo sul versante trentino della Vetta sacra alla Patria.

In quota per la cerimonia c’erano almeno 400 persone. La replica oggi, con la conclusione del raduno a Spiazzo Rendena (Trento) dopo l’ammassamento e la sfilata sono state lette le allocuzioni delle autorità, cui è seguita la messa. Alle 12:30 non poteva mancare il rancio alpino.

Hanno preso parte alle cerimonie anche gli alpini della Vallecamonica, guidati da Ciro Ballardini, al suo primo Pellegrinaggio da presidente di Sezione. Presente anche Mario Sala, appena nominato direttore generale dell’Associazione Nazionale Alpini. Anche diversi sindaci e rappresentanti degli enti comprensoriali camuni hanno partecipato all’evento.

Share This