Al via ufficialmente questo giovedì 25 luglio, con la partenza delle colonne numero 1 e numero 2 dei pellegrini, il 56esimo Pellegrinaggio in Adamello, a ricordo quest’anno del centenario di fondazione dell’Ana e dedicato alla Medaglia d’oro al valor militare Serafino Gnutti.

Venerdì 26 partiranno anche le colonne numero 3 e 4. Nella stessa giornata inizieranno a Sonico, paese che accoglie l’evento e in cui la grande Guerra ebbe una significativa presenza – ancor oggi testimoniata da evidenti tracce sul suo territorio come la terza linea di difesa del fronte camuno – le celebrazioni di onore ai caduti, prima nella frazione Garda (ore 17:00), poi a Rino (ore 18:00).

Sabato la cerimonia in quota, al Rifugio Gnutti (raggiungibile anche in elicottero privato a pagamento).

L’ultima colonna raggiungerà il Gnutti dalle scale del Miller. La messa è in programma per le 11:00, presieduta dal card. Giovan Battista Re e dal vescovo di Brescia mons. Pierantonio Tremolada. Al termine è in programma il rientro verso Sonico.

Qui domenica 28 luglio l’ammassamento dei pellegrini comincerà alle 9:00 al campo sportivo. Dopo gli onori ai gonfaloni e al labaro dell’Ana, e i saluti delle autorità, alle 10:15 inizierà la messa, celebrata da mons. Giovanni Battista Morandini. A seguire la sfilata per le vie del paese, poi tutti a pranzo presso lo stand allestito allo spazio feste di Sonico.

Non mancheranno gli eventi collaterali: venerdì alle 20:45 in piazza Cauzzi, a Rino, spettacolo storico e musicale sulla Guerra Bianca in Adamello di Piergiorgio Cinelli, Ivana Gatti e Andrea Bettini.

Sabato sera stand gastronomico aperto a tutti allo spazio feste di Sonico, mentre nella chiesa di San Lorenzo la Banda musicale di Sonico e il Coro Baitone di Edolo si esibiranno in “Canti e parole della Grande Guerra”.

Il Coro Ana di Vallecamonica parteciperà invece alle cerimonie religiose di sabato e domenica.

Share This