Buone notizie, a Sonico, dove il problema del dissesto idrogeologico della Val Rabbia e del torrente Re a breve saranno solo un ricordo.

Dopo le progettazioni finali di queste settimane ed il bando d’appalto, partiranno i lavori per la realizzazione delle difese spondali della Val Rabbia, dal ponte di Rino fino all’apice del conoide, sulla sponda destra (quella sinistra era già stata sistemata qualche anno fa).

Lavori che avranno un costo di un milione e 200mila euro, provenienti da fondi regionali: sarà anche realizzata una “platea” di tenuta nei punti in cui il torrente scorre sotto la nuova passerella e sotto il ponte, così come saranno effettuate delle sistemazioni idrauliche e forestali del torrente Re per un costo di 540mila euro.

I lavori dovrebbero concludersi entro l’estate, in modo da garantire prima possibile il potenziamento della briglia di contenimento, la posa di una più in alto e la pulizia dell’alveo.

In questo modo, la zona sarà messa in sicurezza, dopo i numerosi episodi legati al dissesto degli anni scorsi, in particolare quello del 2012, quando fu addirittura interrotta la Statale 42.

Share This