Sono state le numerose segnalazioni di privati cittadini a far scattare le indagini da parte dei carabinieri della Compagnia di Breno circa le attività illecite di un 28enne di origine albanese residente in Italia dal marzo scorso, quando arrivò nel nostro paese dall’Olanda.

Prima che scattasse il lockdown il giovane aveva trovato una sistemazione a Darfo Boario Terme, grazie ad alcuni suoi amici connazionali. Dalla Vallecamonica, poi, non si era più spostato, nonostante non fosse in regola con i permessi di soggiorno.

Nell’appartamento, il 28enne si era dato allo spaccio, accogliendo al suo interno i propri clienti: un viavai di persone che ha insospettito alcuni cittadini e che, come detto, ha fatto partire le indagini delle Forze dell’ordine. I carabinieri hanno così fermato il 28enne, in compagnia di una ragazza del luogo: nel suo appartamento hanno trovato e sequestrato circa 60 grammi di cocaina, un bilancino di precisione e materiale per confezionare le dosi, nascosti all’interno di un mobile. Per il 28enne sono scattate le manette e disposti, dopo la convalida, gli arresti domiciliari.

Share This