Due giovani spacciatori di origine nigeriana sono stati arrestati dai Carabinieri della Compagnia di Breno in seguito a controllo eseguito da una pattuglia dell’aliquota radiomobile nella tarda serata di sabato.

I due, di 26 e 20 anni, erano in Italia senza fissa dimora ed era stata rigettata loro la richiesta di asilo politico.

I militari, impegnati in un servizio perlustrativo nel centro di Darfo Boario Terme, si sono insospettiti di un capannello di giovani del posto che si trovavano attorno alla piccola utilitaria con a bordo i due stranieri.

Alla vista delle forze dell’ordine i ragazzi si sono velocemente allontanati, così i Carabinieri hanno deciso di approfondire il controllo sui due extracomunitari.

La perquisizione personale e veicolare ha consentito di rinvenire due dosi di cocaina e circa mezzo etto di hashish, suddiviso in 20 stecchette, già pronte allo spaccio.  

I due nigeriani, accompagnati presso gli uffici del Comando Compagnia di Via Dassa a Breno, sono stati tratti in arresto e ristretti in camera di sicurezza in attesa dell’udienza di convalida.

Il Giudice ha convalidato le misure pre cautelari: sono stati condannati a sei mesi di reclusione ed è stato concesso dall’Auotrità Giudiziaria il nulla osta all’espulsione dal territorio nazionale.

Share This