E’ arrivato un provvedimento disciplinare in seguito agli episodi di contestazione avvenuti al termine della sfida di Serie D tra US Breno e Fanfulla, domenica 8 dicembre.

I sostenitori della squadra granata avrebbero inveito, al termine della gara, contro la terna arbitrale, anche con il lancio di sassi (di piccole dimensioni) e alcuni sputi.

La società camuna è stata colpita da un’ammenda di 3mila euro e, dettaglio forse ancor più grave, avrà l’obbligo di disputare le prossime due gare casalinghe a porte chiuse.

Un provvedimento che non solo costringe il Breno a versare una pesante sanzione pecuniaria, ma anche a rinunciare agli incassi delle prossime due sfide, tra cui l’attesa partita con la capolista Mantova. Senza tralasciare lo smacco per l’assenza dei tifosi, che hanno sempre sostenuto la squadra, in Serie D da questo campionato.

E’ possibile che la società granata presenti ricorso alla Lega Nazionale Dilettanti per il provvedimento disciplinare.

Share This