L’allarme buche è una questione di cui si parla spesso, anche sulle nostre strade.

 

Dopo l’ondata di gelo della settimana scorsa, però, il fenomeno sembra essersi intensificato, non solo sulla Statale 42, che è già stata in passato centro di discussioni sulle condizioni del manto stradale, ma anche sulle strade interne dei singolo paesi.

Sono soprattutto le vie interne, le zone industriali e le strade che collegano i Comuni a far sobbalzare le auto in transito: una situazione che necessita lavori e, quindi fondi che non sempre ci sono. In alcuni paesi i sindaci stanno già provvedendo, se non con dei lavori veri e propri, ‘rattoppando’ le buche con un po’ di asfalto a presa rapida. Sulla Statale 42, situazione diversa: il tratto più critico è quello tra Esine e Pian Camuno, ma qui è l’Anas che deve intervenire. La società ha già annunciato che sistemerà in primavera, la strada tra Esine e Darfo.

Share This