Ha ottenuto gli arresti domiciliari il sindaco dimissionario di Malonno Stefano Gelmi, finito in carcere lunedì nell’ambito dell’inchiesta su un presunto giro di appalti truccati e corruzione.

Il giudice per le indagini preliminari Cesare Bonamartini ha accolto la richiesta avanzata dall’avvocato Gianluigi Bezzi al termine dell’interrogatorio di garanzia di venerdì.

Gelmi aveva risposto a tutte le domande del Gip fornendo la sua verità sugli appalti pilotati grazie alla complicità di due funzionari e una rete di imprenditori compiacenti.

Nell’inchiesta, che vede indagate complessivamente 11 persone, ci sono tre gare per opere pubbliche del valore complessivo di un milione.

Domenica Gelmi è stato accompagnato a casa in attesa degli sviluppi dell’inchiesta.

Share This