Inaugurazione della nuova sede operativa e degli uffici di Cotonella, sabato mattina a Sonico.

Dopo il devastante incendio del novembre 2016 il gruppo guidato dalla famiglia Zannier riparte da una moderna struttura. Per il taglio del nastro il patron Maurizio Zannier è stato affiancato da autorità locali, cittadini e dai 130 dipendenti che hanno avuto un ruolo determinante nella rinascita.

La mattinata di festa è stata l’occasione per esprimere la gratitudine dei titolari a quanti si sono adoperati nella fase dell’emergenza e per la rinascita. “È soprattutto grazie ai dipendenti che abbiamo avuto la forza per reagire alla disgrazia – ricorda il fondatore Maurizio Zannier – molti si sono rimboccati le maniche la sera stessa dell’incendio per salvare il salvabile, tutti poi hanno lavorato per mesi in condizioni non certo ideali e oggi siamo orgogliosi di poter affermare che non abbiamo perso un’ora di lavoro e neppure un cliente”.

Riconoscimenti sono stati consegnati ai carabinieri della Compagnia di Breno, ai vigili del fuoco di Darfo, Edolo e Vezza, alla protezione civile di Sonico e ai Comuni di Edolo e Sonico. Infine, prima della benedizione di don Bruno Colosio e del taglio del nastro, è stata scoperta una targa coi nomi di tutti i dipendenti che il 30 novembre collaborarono con i soccorritori che verrà collocata all’ingresso.

Maurizio Zannier ha anche annunciato un simbolico passaggio di testimone ai figli, che stanno raccogliendo l’eredità e portando avanti progetti innovativi a livello nazionale e internazionale.

Share This