E’ in arrivo in Lombardia la terza e ultima tranche del finanziamento che rientra in un Piano triennale 2019-2021 stilato ad hoc per i Comuni colpiti dagli eccezionali avvenimenti atmosferici dell’ottobre 2018, la cosiddetta Tempesta Vaia. Nel 2019 erano stati infatti finanziati interventi per un totale di 36 milioni di euro e nel 2020 per circa 28,5 milioni di euro.

Il Piano approvato in questi giorni dal Dipartimento della Protezione Civile per complessivi 73 interventi ammonta a circa 30,5 milioni di euro. Di questi, esattamente 7.848.156 euro sono riservati alla provincia di Brescia dove sarà possibile portare avanti 33 interventi, di cui 19 in Vallecamonica, che riguarderanno in particolare nove paesi:

Ceto – euro 1.840.000 (4 interventi);
Cevo – euro 204.480,32 (3 interventi);
Cimbergo – euro 400.000;
Corteno Golgi – euro 329.476,05 (6 interventi);
Niardo – euro 650.000 (3 interventi);
Paspardo – euro 540.000;
Saviore dell’Adamello – euro 1.010.000 (3 interventi);
Sonico – euro 1.102.600;
Vione – euro 100.000.

Gli interventi in questione sono in parte di messa in sicurezza delle aree oggetto di frane e alluvioni e in parte di ripristino del patrimonio boschivo lombardo, all’epoca danneggiato dalla Vaia.

“Abbiamo già attivato gli Enti attuatori degli interventi (Comuni, Comunità montane, Aipo e Consorzi di bonifica) – ha commentato l’assessore regionale al Territorio e Protezione civile, Pietro Foroni – affinché possano accelerare le attività di progettazione e di realizzazione dei nuovi interventi, così da ritornare definitivamente alla normalità nel minor tempo possibile”. 

Share This