Cinque anni e quattro mesi per tentato omicidio. Questa la condanna inflitta a un 20enne che nell’estate del 2021 aveva accoltellato un 16enne a Iseo, affiancato dal fratello 15enne.

I due, probabilmente per “vendicarsi” del fatto che qualche giorno prima colui che è divenuto poi vittima aveva aggredito il più piccolo, si sono recati a Iseo, partiti da Rovato dove risiedono, con l’auto del padre e hanno teso l’agguato al ragazzo.

Dopo l’accoltellamento gli aggressori sono risaliti sull’auto e hanno fatto ritorno a casa. Per poco una ferita non si è rivelata fatale: il fendente scagliato con coltello a scatto si è fermato a pochi centimetri dal cuore del 16enne, mentre un altro colpo gli ha causato una lesione muscolare ad un braccio, con conseguente intervento chirurgico.

Colpito in modo lieve a un braccio nel tentativo di difendere l’amico anche un altro minorenne. Il fratello maggiore è in carcere a Brescia, mentre per il minore era stata disposta all’epoca dei fatti la misura cautelare in un istituto di pena minorile di Milano.

Share This