Possono finalmente riaprire le Terme di Boario, così come il loro Parco, un luogo per eccellenza di aggregazione, che, come tutti i luoghi pubblici, ha dovuto fare i conti con lo stop dettato dall’emergenza sanitaria. Ora c’è tanta voglia di riaprire di tornare ad accogliere chi lo vuole frequentare, a parlarcene è il Direttore delle Terme, Adelino Ziliani:

Riapre finalmente il parco, è proprio un centro di aggregazione, un grande polmone in Valle. Nulla di più buono, con tanti spazi all’aperto. Siamo partiti lunedì, anche se ci vorrà ancora qualche giorno perché veramente tutti i servizi siano a posto. All’interno del Parco quest’anno c’è una novità, ovviamente dovuta anche al protocollo di sicurezza: le fontane delle cure termali saranno chiuse. Le cure vengono erogate ma bisognerà avere la ricetta, per una questione ovviamente di serenità e di sicurezza per tutti i nostri ospiti che verranno”.

L’estate al parco delle Terme e soprattutto intrattenimento ed eventi. Come verrà gestito questo aspetto?

“Non sono stati cancellati, ma tutti spostati in autunno, sperando che i nuovi protocolli possano darci la possibilità di fare eventi quasi come prima. Nel frattempo stiamo studiando con l’amministrazione e con i vari gestori del Parco, ma anche con le varie associazioni, la possibilità di fare animazione e degli eventi ovviamente in regola con i protocolli per la sicurezza”.

Come si può accedere invece al centro estetico, al centro cure e alla spa delle Terme di Boario?

La spa è in manutenzione e a giorni speriamo di poter dare l’annuncio della sua riapertura per tutti gli ospiti della zona, ma anche di tanta gente che viene da fuori. Nel frattempo abbiamo aperto il centro estetico, il lunedì, il mercoledì e il venerdì, ovviamente è obbligatoria la prenotazione. Le cure termali sono inziate, con l’erogazione di fanghi e bagni terapeutici. La cura idropinica partirà tra un giorno o due e la riabilitazione e il percorso vascolare sono attivi. Rimangono ancora da definire i protocolli per quanto riguarda il reparto inalatorio.
Ricordo che anche qui è obbligatoria la prenotazione: contattateci al numero 0364 52 50 11 per tutte le informazioni per quello che riguarda le cure. Per il parco non c’è bisogno di prenotazione. Il centro Cure è aperto dalle 8:00 alle 18:30, mentre il parco è aperto dalle 8:00 alle 12:00 e dalle 14:30 alle 18:30 per tutta la settimana, sabato e domenica compresi”.

Torna la convenzione con i Comuni della Vallecamonica e dell’alto Sebino per dare la possibilità ai residenti e ai titolari di seconde case di trascorrere qualche ora nel Parco

Innanzitutto bisogna ringraziare tutti i sindaci per quello che hanno fatto durante l’emergenza, sono stati davvero in prima linea quello che ho notato non hanno lasciato solo nessuno.
Anche quest’anno 33 Comuni hanno danno la possibilità a tutti i loro concittadini, ma anche quelli che verranno in vacanza nelle seconde case, di usufruire gratuitamente del Parco delle Terme”.

C’è spazio anche per i bambini?

Sì, assolutamente. C’è un parco giochi libero, dove ovviamente bisognerà attenersi ai protocolli di sicurezza, ma dove possono entrare giocare e vivere pienamente la giornata, dopo che sono stati chiusi e così tanto tempo in casa”.

Share This