Diversi Comuni della Vallecamonica si stanno organizzando per effettuare i test sierologici su tutti i cittadini, che saranno liberi di aderire o meno. Almeno sei paesi dell’alta Vallecamonica, alcuni della Valsaviore e altri limitrofi stanno definendo le procedure: Ponte di , Temù, Vezza, Vione, Incudine e Monno, ai quali si aggiungono Berzo Demo, Paspardo, Sellero e Cevo.

I test saranno effettuati negli ambulatori comunali tramite la clinica Santa Sofia di Verona. Il costo sarà di 20 euro a persona. L’esito sarà comunicato via mail dalla clinica all’interessato, insieme a un’informativa sui comportamenti da adottare in funzione dei risultati. Come si sa, qualora il test risultasse positivo – ovvero la persona sottoposta ha sviluppato gli anticorpi al virus – deve sottoporsi a tampone. Soltanto con tampone negativo si potrà dichiarare guarita. In caso contrario dovrà mettersi in quarantena per due settimane e poi ripetere il tampone.

Intanto quella di domenica è stata la giornata con meno decessi in due mesi di emergenza in Lombardia: 42, a fronte dei 47 e degli 88 dei giorni precedenti. A fronte di 7155 tamponi processati, ieri Regione Lombardia ha comunicato 526 nuovi casi di Coronavirus che portano il totale a 77.528. A Brescia 29 nuovi casi, che non comprendono dati relativi alla Vallecamonica, che la domenica non vengono diffusi. Calano ancora nel bresciano i pazienti Covid in terapia intensiva. Altri 104 guariti, che salgono così a 6.119 mentre i bresciani ancora malati (Rsa comprese) sono circa 4.400.

Share This