E’ con grande soddisfazione che, nelle scorse settimane, gli alunni delle classi 2C e 3A della scuola secondaria di Capo di Ponte dell’Istituto Comprensivo “Pietro da Cemmo” hanno appreso che il lavoro presentato nell’ambito del concorso “Testimoni dei diritti”, per l’anno scolastico 2018-2019, organizzato dal Senato in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca è risultato fra i progetti vincitori.

Un elaborato basato sull’articolo 23 della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, che focalizza l’attenzione sul tema della sicurezza sul lavoro. Gli studenti – attraverso l’analisi di dati forniti da ATS Montagna Regione Lombardia, la lettura di articoli di giornale e la somministrazione di questionari a familiari e conoscenti – hanno potuto verificare che, nonostante tanto sia stato fatto a tutela del lavoratore dal punto di vista normativo, ancor oggi si registrano numerosi casi di infortuni e incidenti sul lavoro, spesso legati a comportamenti imprudenti.

La sola normativa in materia di sicurezza, concludono i ragazzi, non è quindi sufficiente a proteggere i lavoratori da infortuni più o meno gravi, se a sostenerla non c’è un’adeguata cultura del rischio e della responsabilità personale, che va coltivata fin dalla tenera età, anche attraverso incontri con associazioni ed enti territoriali legati all’infortunio sul lavoro, per un approccio diretto con gli esperti in materia e con chi ne è stato protagonista in prima persona. Infatti, solo costruendo una cultura improntata alla tutela della vita e alla sicurezza come valori fondamentali, i giovani di oggi potranno diventare adulti e lavoratori responsabili.

La commissione di valutazione ha particolarmente apprezzato il lavoro svolto, l’entusiasmo e l’impegno con cui gli alunni della media di Capo di Ponte, attentamente indirizzati dai docenti, hanno seguito questo percorso formativo, volto a far conoscere ai giovani il testo della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani e a far loro comprendere lo spirito e il valore dei principi in essa contenuti. La cerimonia di premiazione si terrà in Senato il 4 febbraio, quando gli alunni illustreranno il loro lavoro.

Share This