Rientrano a casa da Tokyo Maurizio Gatti e Debora Vivarelli: si è conclusa sabato la loro Olimpiade. Maurizio Gatti, biennese, alla guida della Nazionale femminile di tennistavolo, ha accompagnato Debora Vivarelli, 28enne altoatesina, che allena da quando era bambina.

Il team azzurro ha dovuto arrendersi contro la fortissima australiana Lay Fang Jian che poi ha avuto la meglio anche sulla numero 35 del mondo, la cinese Li Qian.

“Hanno lottato fino alla fine e portano in Italia la soddisfazione di aver disputato comunque una bella partita: dopo 5 anni di gare in giro per il mondo nel tentativo di centrare questa qualificazione si conclude una fantastica esperienza” ha commentato lo staff del Tennistavolo Vallecamonica, che da casa ha seguito il match.

Per Vivarelli la carriera prosegue, mentre per Gatti il pass per le Olimpiadi corona un quinquennio come commissario tecnico della Nazionale, ruolo che ha lasciato a fine giugno e che gli ha permesso di ottenere anche la Palma di bronzo del Coni e il Premio Cuore Amico dalla Comunità Montana di Vallecamonica.

Share This